Messe in scena

Seguendo i principi della scuola moreniana dello psicodramma e della gestalt, durante le sedute adotto spesso la tecnica di “mettere in scena”, assieme al cliente, i propri vissuti come se ci si trovasse all’interno di una recita. Partecipando in prima persona a tali rappresentazioni, il cliente avverte molto più fortemente lo spessore emotivo legato a ciò che espone e, rispetto ad una terapia prettamente verbale, è più facilmente in grado di: recuperare nozioni dal subconscio; riconoscere la causa dell’esistenza di determinati vissuti; intuire una soluzione pratica alle proprie difficoltà; manifestare gli stati d’animo troppo a lungo repressi e liberarsi dal retaggio della personificazione in un ruolo d’impotenza. Le tecniche dello psicodramma aiutano chi le pratica a sviluppare un nuovo modo di relazionarsi con se stesso e gli altri, portandolo a sviluppare complessivamente una maggiore sicurezza. Per guidare il cliente nella ricostruzione di determinate situazioni sono spesso utili gli oggetti terapeutici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp Scrivimi ora, sono Online!