In-dipendente-mente dai sensi (2015)

I nostri sensi ci aiutano a sintonizzarci con noi stessi e l’altro. Una recente ricerca svolta dal Montreal Neurological Institute dimostra che i sensi sono tutti collegati a livello cerebrale: rinforzandone uno si rinforzano tutti. Alcune sensazioni sono più dipendenti, altre più IN-dipendenti. Il termine “dipendente” si riferisce allo stimolo presente nell’ambiente esterno, mentre IN-dipendente sta per “dentro l’IN-dividuo”, rappresentando il meccanismo con cui un’emozione entra nella nostra pancia e si trasforma nella nostra mente secondo il processo bottom-up descritto da Siegel. Il workshop esperienziale, attraverso una serie di giochi, vuole esplorare:
1) I diversi equilibri d’indipendenza-dipendenza tra i sensi e come lo spostamento tra un equilibrio e l’altro possa generare nel partecipante nuovi ricordi, immagini, idee o soluzioni.
2) Come la deprivazione sensoriale possa far emergere nel paziente un bisogno di contenimento e nel terapeuta una reazione immediata nel sintonizzarsi, portando una maggiore reciprocità alla relazione.
3) Come il qui ed ora venga influenzato dalla connessione e la dipendenza tra le tracce d’esperienza vissuta e l’alterazione dell’attività sensoriale.
4) Come al cospetto di una o più deprivazioni possa permanere uno stato di maggiore attivazione sensoriale che può portare un meccanismo di ancoraggio del partecipante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp Scrivimi ora, sono Online!