Il tappeto di Pollicino®

IL TAPPETO DI POLLICINO® è un particolare strumento da me ideato per svolgere giochi e lavori terapeutici di diverso tipo ed intensità. Le rappresentazioni che vi sono contenute possono riattivare gli sfondi dei ricordi più rilevanti. E’ molto utile per abbattere quei meccanismi di difesa che ostacolano la possibilità di affrontare tematiche, vissuti, ricordi e difficoltà personali influendo sulla salute psicofisica del protagonista. Camminandoci sopra, interi periodi di vita che sembravano ormai irrecuperabili sono in grado d’emergere. Il movimento facilita a non trattenere nel corpo le emozioni, a prendere contatto con processi inconsci non accessibili verbalmente, ad esprimere emozioni dolorose e a creare una sincronicità tra corpo e mente che si muove tra i ricordi.
Grazie agli innumerevoli lavori che si possono creare con il suo utilizzo, il tappeto è da considerarsi un nuovo sfondo su cui poter praticare la psicoterapia: i canali espressivi alternativi o paralleli alla parola permettono a questo strumento di essere al passo di un mondo in rapida evoluzione, in cui una comunicazione prettamente verbale può non essere sufficiente a trasmettere il contenuto emotivo di vissuti sempre più complessi.
Ma com’è fatto questo tappeto?
E’ un grande tappeto contenente delle caselle in cui sono scritti, in ordine crescente e bidirezionale, gli anni antecedenti, presenti o futuri a quello in corso.
Il compito del protagonista è quello di percorrerlo casella per casella, nella maggior parte dei casi partendo dal proprio anno di nascita. All’arrivo dovrà narrare, in modo verbale, scritto o disegnato, ciò che ha provato durante il tragitto: le sue emozioni, i suoi ricordi e le immagini che sono venute alla mente.
La velocità d’attraversamento del tappeto è assolutamente soggettiva: è necessario che ogni partecipante si prenda il tempo che ritiene più opportuno ai fini di una profonda introspezione, senza ricevere alcun tipo di forzatura.
Il tappeto ha diverse possibilità di utilizzo. Si possono inoltre integrare ad esso diverse tecniche terapeutiche (come la fototerapia o l’utilizzo di oggetti). Tutti i giochi e lavori da me ideati sono descritti nel libro “Psicocreatività, gioco e terapia integrata sul tappeto di Pollicino” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp Scrivimi ora, sono Online!